News

Decreto fiscale 2020 le novità nel settore dei giochi

By Ottobre 11, 2019 No Comments

Decreto fiscale 2020

Le novità nel settore dei giochi

È composta da cinquantuno articoli la bozza di decreto fiscale su cui il governo sta lavorando.

Una novità riguarderebbe l’obbligo di iscrizione sul registro degli operatori di gioco estesa a tutti.

“Al fine di contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore dei giochi e la diffusione del gioco illegale, nonché di perseguire un razionale assetto sul territorio dell’offerta di gioco pubblico, presso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2020, il Registro unico degli operatori del gioco pubblico”.

L’obbligo di iscrizione al registro riguarda non solo i soggetti possessori di apparecchi e terminali, i concessionari per la gestione della rete telematica degli apparecchi e terminali da intrattenimento, concessionari del gioco del Bingo, concessionari di scommesse su eventi ippici, sportivi e non sportivi, concessionari del gioco a distanza ma anche i rivenditori dei punti vendita ricarica.

L’iscrizione al registro deve essere rinnovata ogni anno, in mancanza dell’iscrizione all’elenco comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria di 10.000 euro e l’impossibilità di iscriversi all’elenco per 5 anni.

Una delle misure più curiose riguarda quella che prevede un “agente sotto copertura” autorizzato a giocare non oltre 100mila euro l’anno per contrastare il gioco illegale e, in particolare, “prevenire il gioco minorile”.

L’attività di controllo sarà in capo all’Agenzia delle Dogane e dei monopoli che potrà autorizzare il proprio personale ad agire da agente sotto copertura.

La disposizione autorizza l’Agenzia delle dogane e dei monopoli a istituire, un fondo di 100.000 euro da utilizzare per effettuare operazioni di gioco, al fine di acquisire elementi di prova in ordine alle eventuali violazioni in materia di gioco pubblico, ivi comprese quelle relative al divieto di gioco dei minori. All’utilizzo del fondo le cui modalità di utilizzo saranno individuate con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, sono autorizzati oltre al personale della medesima Agenzia, anche quello della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza.

La disposizione non ha costi per il bilancio dello Stato, atteso che il fondo grava sulle risorse proprie dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli

Secondo la relazione tecnica, si stima un gettito di 13,5 milioni grazie ad un aumento di gettito IVA dovuto all’effetto deterrenza.

Per lavorare nel settore del gioco e’ molto importante affidarsi ai professionisti e conoscere sempre gli aggiornamenti sulla normativa.

King Consulting segue con attenzione i punti ricarica che hanno scelto di collaborare con noi offrendo non solo i migliori strumenti di lavoro e le piattaforme di gioco presenti sul mercato.

La nostra consulenza mira alla tutela delle attività attraverso la formazione e l’informazione.

Contattaci per una consulenza gratuita, risponderemo ad ogni tua domanda e ti offriremo la soluzione migliore.